BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DL SVILUPPO/ Bechis: gli 80 miliardi di Monti? Saranno stanziati in 896 anni

Mario Monti Mario Monti

Mi sembra che la dichiarazione sugli 80 miliardi di euro facciano il paio con l’uscita un po’ improvvida fatta da Monti sulle liberalizzazioni, quando affermò che valevano fino a 10 punti di Pil. In realtà prima di arrivarvi passeranno altri 100 o 200 anni, che comunque sono di meno di 896 anni. Capisco che Monti pensi all’interesse del Paese nel lungo periodo, forse però in questo caso per usare un eufemismo sta un po’ esagerando.

 

Viste le condizioni dei nostri conti pubblici, Monti avrebbe potuto fare di più?

 

I conti pubblici stanno andando peggio delle previsioni. Il governo ha sottoscritto dei patti con l’Ue per il rientro dal deficit che è difficile rispettare. L’andamento dell’economia, anche grazie agli interventi della manovra salva Italia, è peggiore rispetto alle previsioni, e quindi anche le entrate saranno inferiori. Senza rivedere i patti con l’Ue obiettivamente i soldi non ci sono. Lo dimostra del resto lo stesso decreto sviluppo, che pretende di riuscire a muovere la nostra economia con 104 milioni nel 2012 e 89 nel 2013, proprio nel momento in cui la crisi è più forte. Bisognava mettere in chiaro fin da subito che il pareggio di bilancio era un obiettivo irraggiungibile. Andava quindi rinviato di due o tre anni, come ha fatto anche la Spagna.

 

Difficile però convincere la Merkel ad accettare una rinegoziazione dei patti …