BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Violante: ddl lavoro passerà, ma l'attacco degli speculatori non si ferma

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Anche il professore dovrà dimostrare di aver fatto i compiti. Il 28 giugno, a Strasburgo, Mario Monti dovrà spiegare all’Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa cos’ha fatto per lo sviluppo del nostro Paese. Da quell’appuntamento in avanti non ci saranno molte altre occasioni per decidere su che binari instradare l’Europa, onde evitarne il collasso. Giocarci la credibilità, quindi, presentandoci il 28 a mani vuote, significherebbe perdere ogni chance di far parte della partita. Non potremmo, cioè, aver voce in capitolo sulle scelte che determineranno il futuro dell’Unione, ma solo subirne le conseguenze. Abbiamo chiesto a Luciano Violante quali scenari si prefigurano. 

Crede che faremo in  tempo a varare le riforme necessarie?

La riforma del mercato del lavoro, ovvero il provvedimento più atteso dagli organismi europei, sarà approvato in tempo utile per il vertice del 28 giugno.

Non crede che il Pdl, che soffre in maniera particolare l’appoggio al governo, possa, all’ultimo, fare qualche “scherzo”?

Il Pdl, in questa fase, è diviso. Credo, tuttavia, che la sua maggioranza terrà fede agli impegni assunti.

E’ possibile che Monti possa recare in dote anche il decreto sviluppo?

Occorrerebbe conoscerne i contenuti nel dettaglio e la versione definitiva. Tuttavia. In Cdm è stato approvato con la formula “salvo intese”; questo significa che è  ancora suscettibile di modifiche.

Perché, in ogni caso, Monti non può permettersi di presentarsi in Europa a mani vuote?

L’Italia sta chiedendo con insistenza provvedimenti che sostengano lo sviluppo e  rilancino la crescita. Deve quindi, necessariamente, dimostrare di avere le carte in regola per avanzare tali richieste. Non possiamo pretendere ciò che non siamo in grado di assicurare.

Un  giudizio negativo dell’Europa sortirebbe danni a livello dei mercati finanziari?

E’ possibile.

E un giudizio positivo?

Possiamo anche varare le riforme migliori di questo mondo ma, se gli speculatori finanziari hanno deciso di attaccarci, lo faranno lo stesso.

Cosa è necessario, quindi, per fermare la speculazione?



  PAG. SUCC. >