BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Ecco perché l'Ue non può costringerci a buttar via la Costituzione

Infophoto Infophoto

Ormai è passata una concezione che gli Stati, gli Stati nazionali non sono più in grado di controllare i movimenti di capitali. Ma, a mio parere, questo non è vero. Si possono trovare degli accordi internazionali per controllare i movimenti di capitali. Tuttavia capisco che questo “suggerimento”, chiamiamolo così, perché non riesco a pensare che sia una “bozza” che faccia scattare automaticamente delle decisioni, sia sintomatico, fotografi una situazione difficile, ma in cui  sono già state prese decisioni sbagliate. Lo stesso pareggio di bilancio, che viene inserito nelle Costituzioni, non è detto che sia necessario. Secondo alcuni economisti è sbagliato e non funziona.

 

Lei che cosa prevede per questo summit europeo?

 

Spero proprio che non si prendano decisioni frettolose, che si valutino bene i passi. Io credo, sono indotto a pensare, anche guardando i firmatari di quella cosiddetta “bozza”, che si rinnovi un impegno da parte dei governi a rispettare i parametri del Trattato di Maastricht e a coordinare meglio le politiche economico-finanziarie. Non credo che ci siano altre soluzioni affrettate che si possano prendere al momento. Spetterà ai paesi della Comunità europea risolvere, attraverso una serie di passaggi e di accordi intermedi, quel paradosso di fondo che la costringe a prendere urgenti necessità di carattere economico e a rispettare i tempi necessari dell’unità politica.

 

(Gianluigi Da Rold)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
27/06/2012 - gli italiani popolo unico (francesco taddei)

gli italiani sono un popolo davvero unico. sono localisti ed europeisti fino al limite estremo: non riusciamo mai ad essere uniti come popolo, assaltiamo la diligenza e ognun per sè, dio per tutti. siamo così europeisti che non ci importa nulla se l'italiano viene cancellato (nonostante una sentenza della corte europea di giustizia che ci da ragione), siamo per questo o quello perchè ce lo dice l'europa. andate a chiedere ad un tedesco (il più europeista che ci sia) se si sente più europeo o più tedesco, se pensa che un governo unico debba decidere del loro destino. ma noi....italiani?