BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Così Monti studia la difesa preventiva dal Berlusconi-bis

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Può darsi che si sia trattato di una sorta di attacco (o difesa) preventivo. Berlusconi, infatti, su cosa punterà la campagna elettorale? Non di certo, questa volta, contro i comunisti. Più verosimilmente, contro l’Imu e, soprattutto, contro l’euro e l’Europa. O, per lo meno, contro un certo modo di concepire l’Europa che corrisponde a quello sin qui difeso da Monti.

Secondo un sondaggio pubblicato da Repubblica, una coalizione composta da Lega e Pdl con o senza Berlusconi prenderebbe comunque il 30% 

Non so se prenderà tanto o poco. Sta di fatto che il Pdl coincide con Berlusconi. Senza, non esiste. Del resto, ogni volta che si chiede a un leader di fare un passo indietro ci si dimentica che, spesso, dietro c’è un baratro. 

Quindi?

Tanto vale entrare in Parlamento, anche se con numeri decisamente inferiori al passato.

A questo punto, potrebbe tornare in auge anche Bossi, nonostante sia stato rimosso il suo nome dal simbolo del partito?

La Lega, a maggior ragione, coincide con il Senatur; è una sua invenzione, e nasce sulla base di una sua intuizione. Tuttavia, realisticamente, considerando anche le sue condizioni di salute, mi pare improbabile che torni in prima linea. 

Se la legge elettorale rimanesse invariata, potrebbe essere rispolverato l’asse Pdl-Lega?


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
14/07/2012 - Gratitudine preventiva (Giuseppe Crippa)

Dice Franchi che all’interno di tutti gli schieramenti che sostengono la maggioranza, ci sono componenti cospicue che hanno in mente, per il 2013, di dar vita ad una grande coalizione. Se Berlusconi imposterà la campagna elettorale contro l’IMU e contro Europa coerenza vorrebbe che, dopo l’ormai ben prevedibile sconfitta elettorale, Berlusconi tenga il PdL (o come si chiamerà allora il suo movimento) fuori dalla maggioranza. Ma per un proprietario di aziende è molto più conveniente farne parte, quindi probabilmente assisteremo ad un secondo gesto di grande responsabilità verso il Paese da parte sua. Potremo mai ringraziarlo a sufficienza?