BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Fioroni (Pd): Di Pietro e Renzi? Rimandati a settembre...

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Guardiamo il caso, differente, delle primarie per i deputati. Lo ripeto ancora una volta: il porcellum va cambiato. Non ci può essere un atteggiamento pregiudiziale di nessuno nel dire di no alle preferenze. I miei simpatici amici come Civati fanno le parti in commedia, del tipo "vorrei ma non posso", sbraitano per le primarie e per scegliere i candidati da mettere in lista. Quando il cittadino si presenta alle primarie e scrive il nome di chi deve essere candidato nel Pd, quel nome e quel voto è giusto, non è inquinato, è trasparente; se invece la scheda gliela dà la Repubblica italiana e il cittadino scrive il nome del candidato, quel voto diventa inquinato. Io li ritengo troppo intelligenti per capire che questa doppiezza interpretativa è una vergogna. 

Cioè?

Dicono che vogliono cambiare il procellum ma in realtà, forse, nessuno di questi che è tifoso delle primarie pensa che il porcellum debba essere cambiato. E questo sarebbe molto grave.

A proposito di coalizione, lei ha detto sì a Vendola e no a Di Pietro. E' così che la pensa?

Ho spiegato con chiarezza che Di Pietro, che in realtà è un po' il Pierino rimandato sempre a settembre, deve capire che in una coalizione su cui si costruisce l'alternativa di governo il Pd è il primo partito e il perno della coalizione. Quindi se c'è qualcuno che è stato rimandato a settembre e a luglio e agosto deve riparare il debito di credibilità nell'assunzione di responsabilità di governo, e deve dimostrare che non è dipendente dagli umori di Grillo, questo è Di Pietro. Se da qui a settembre riuscirà a dimostrare che non è Grillo-dipendente e che non è stimolato a fare il grillo parlante ma è una forza seria che si assume la responsabilità del governo e porta rispetto per le istituzioni, lo prenderemo in considerazione. Per ora studi e si prepari perché deve riparare. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.