BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FORZA ITALIA (?)/ Sondaggio, Amadori (Coesis): Berlusconi e Pdl, meglio se divisi...

Infophoto Infophoto

Sì, se si offrisse a Casini di fare il candidato premier. Se Berlusconi potesse assumersi la paternità e il merito del progetto, accetterebbe di non essere lui il candidato. 

A questo punto, se nella coalizione entrasse anche la Lega, la vittoria sarebbe scontata

Esatto. La Lega potrebbe ottenere, infatti, attorno al 5-6%. Tuttavia, dubito che potrebbe tornare ad allearsi con l’Udc, dovendo difendere la proposta del ritorno alle origini.

Non crede che i fuoriusciti di destra, a quel punto, potrebbe organizzarsi in partito e supportare ulteriormente la coalizione?

Il fatto è che quando la destra si presenta in quanto tale, va a confluire nel mercato di nicchia. Funziona solamente quando figura come moderata. Otterrebbe, tuttavia, quel 2% che gli consentirebbe di far salire la coalizione di centrodestra al 44%.

Nel centrosinistra che scenari si prefigurano?

Il Pd prenderebbe il 24%, l’Idv il 7%, Sel il 7%, la Federazione della Sinistra il 4%; siamo, quindi, al 42%. I due schieramenti se la giocherebbero.

C’è, infine, Grillo

Esatto, e potrebbe guadagnare tranquillamente attorno al 10% (non il 20% come è stato detto). L’M5S, del resto, è l’elemento che impedirà a chiunque di ottenere la maggioranza piena. Non si pensi, tuttavia, che rappresenterà l’ago della bilancia. In Parlamento non appoggerà nessuno. L’alleanza con chiunque lo priverebbe della sua specificità antisistema. 

 

(Paolo Nessi)

 

© Riproduzione Riservata.