BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PRODI-RENZI (?)/ Il prof., il rottamatore e quella nuova voglia di Ulivo

Pubblicazione:mercoledì 18 luglio 2012

Infophoto Infophoto

Non facciamoci ingannare dalle posizioni del ceto politico o dal circuito mediatico; non contesto il fatto che Parisi intenda appoggiare Renzi; ma la forza del sindaco di Firenze non sta di sicuro in questo.  

In cosa, allora?

Nel non aver bisogno di padrini di alcun tipo, per quanto nobili. E, soprattutto, nella capacità di parlare ad un elettorato deluso dalla sinistra conservatrice di oggi, che non capisce perché debba essere legata a doppio filo alla Fiom o alle Procure.

Tuttavia, resta il fatto che l’ex presidente del Consiglio potrebbe cavalcare l’onda del rinnovamento per rispolverare le sue ambizioni quirinalizie ridimensionate, di recente, da Monti

Una cosa sono le legittime ambizioni di Prodi a diventare presidente della Repubblica; anzi, farebbe bene a esplicitarle per aprire un serio dibattito. Un’altra, essere candidato al Colle dal sindaco di Firenze.

A proposito di candidature, crede che le primarie, alle fine, si faranno?

Nonostante la capacità della sinistra di costruirsi della trappole da sola, ogni vola che si trova in vantaggio, credo di sì.

Il ritorno di Berlusconi suscita qualche timore nella sinistra?

Il rischio, più che altro, anche dal punto di vista della sinistra stessa, è che il ritorno di Berlusconi resusciti anche l’antiberlusconismo. E che, facendo finta che non esistano differenze programmatiche, si costruisca l’ennesima Armata Brancaleone che va da Di Pietro a Casini, dalla Fiom a Enrico Letta.

 

(Paolo Nessi)

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.