BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MONTI IN RUSSIA/ Il premier vola a Mosca. Incontrerà Putin e gli imprenditori italiani

Si tratta del primo viaggio, nelle vesti di capo dell’esecutivo italiano a Mosca. Invitato da Putin, cercherà di rinsaldare i rapporti economici tra la Russia e l’Italia

Infophoto Infophoto

Continua l’operazione di marketing del presidente del Consiglio Mario Monti. Il premier, dopo aver incontrato gli imprenditori del mondo arabo ed aver partecipato in veste di ospite speciale alle Allen Conference, dove erano presenti i big delle aziende operanti a livello mondiale nelle telecomunicazioni, in internet e nell’High tech e nell’informazione, ha preso un aereo alla volta di Mosca. Si tratta del primo viaggio, nelle vesti di capo dell’esecutivo italiano in Russia. Invitato da Putin, ribadirà l’eccellenza dei rapporti tra i due Paesi e di come tali rapporti possano svilupparsi ulteriormente sul piano economico. Resterà nel Paese per due giorni, domenica e lunedì. Alle 15 di domani, in particolare, incontrerà sua Beatitudine Cirillo I, patriarca ortodosso di Mosca e di tutte le Russie.  Domenica sera, poi, parteciperà ad una cena dove incontrerà i massimi rappresentanti dell’imprenditoria italiana in Russia. Della delegazione italiana faranno parte anche Paolo Scaroni e Fulvio Conti, rispettivamente amministratori delegati dei Eni ed Enel, Giuseppe Orsi, presidente e ad di Finmeccanica, Massimo Sarmi, ad di Poste italiane e Gianfelice Rocca, Techint, Gianfelice Rocca. Ci saranno anche l’ad di Banca Intesa Sanpaolo, Enrico Cucchiani, l'armatore Gianni Barbaro, Claudio de Eccher, azionista di maggioranza del gruppo Rizzani de Eccher, operante nel settore edile, Cesare Trevisani, ad del gruppo Trevi, e il presidente della camera di commercio italo-russa Rosario Alessandrello. Alle 9 di lunedì, invece, avrà un colloquio con il primo ministro Dimitri Medvedev e, successivamente, incontrerà il presidente Vladimir Putin. Tra i temi affrontati, ci saranno la crisi economica che sta investendo l’Europa, il partenariato tra Russia ed Ue e le problematiche relative alla guerra civile che sta insanguinando la Siria ove il regime di Assad sta, da mesi, mietendo vittime tra la popolazione (anche, e soprattutto, grazie al sostegno che stanno continuando a garantirgli la Russia e la Cina). Il Cremlino, inoltre, ha reso noto che i due affronteranno anche «estese consultazioni ad alto livello ministeriale, ma anche per la partnership su investimenti ed energia, dialogo culturale e umanitario e altre questioni».