BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BERLUSCONI/ L'ex premier smentisce Libero e conferma la candidatura

Pubblicazione:domenica 22 luglio 2012

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Dopo giorni di ipotesi e incertezze, sembra che ormai che non ci sia più alcun dubbio sulla ricandidatura di Silvio Berlusconi in vista delle elezioni politiche del 2013. Dopo l’annuncio ufficiale dell’ex premier, ieri sera il sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno si presenta ospite in studio durante la trasmissione "Omnibus", in onda su La7, e dice: “Tranquillizzo i mercati e la sinistra: non ci sarà il sesto tentativo di Berlusconi” a candidarsi a presidente del Consiglio. Alemanno sembra così convinto che si permette anche una battuta, spiegando che “grazie alle mie dichiarazioni lo spread diminuirà di qualche punto”. “Ho parlato in questa settimana con Berlusconi – ha detto ancora il primo cittadino della capitale - e gli ho espresso le mie perplessità sulla riproposizione della sua candidatura che ritengo rappresenti un passo indietro”, perché a suo giudizio “oggi il Pdl, ma anche tutto il centrodestra, deve scrivere una pagina nuova e costruire una nuova visione”. Il quotidiano Libero, diretto da Maurizio Belpietro, riprende dunque queste importanti dichiarazioni e oggi titola “Scherzi da Silvio. Non si candida più”. Ma la risposta del Cavaliere non si fa attendere e poco dopo ecco circolare una nota proveniente dall’ufficio stampa di palazzo Grazioli, la sua residenza romana: "Il titolo e il contenuto di un articolo sul presidente Berlusconi apparsi stamani su Libero non corrispondono al vero", si legge, confermando dunque una volta per tutte la sua imminente candidatura. Anche l'ex ministro degli Esteri Franco Frattini aveva recentemente spiegato in una intervista rilasciata a Il Messaggero che un dialogo con i centristi “non è perso” visto che “nella politica interna ci uniscono molti temi”. Quindi, ha detto, se il problema è di nuovo Berlusconi “non sono sicuro del suo ritorno in campo, semplicemente perché non l'ho sentito dire da lui”. “Quello che so – ha sottolineato Frattini - è che Berlusconi sta valutando tutte le caratteristiche e le conseguenze della sua decisione. Cioè del prenderla e del non prenderla”. 


  PAG. SUCC. >