BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UNIONI GAY/ Binetti: caro Bersani, l’Udc non le farà. Gli altri si regolino…

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Ma per ridimensionare la posizione assunta dai due leader cattolici del Pd sono bastati pochi giorni di polemiche intense, anche se a volte violente e volgari. Infatti nel Pd oggi, dopo tante polemiche, dopo tanti distinguo tre le diverse anime del partito, prevale un netto orientamento verso il matrimonio gay alla tedesca. Lo hanno affermato rispettivamente Bindi e Fioroni in una loro recente intervista al Corriere della sera.

Il dibattito nel Pd in alcuni momenti ha visto alzarsi il livello di tensione fino a lasciar supporre una potenziale difformità di idee e di posizioni tra Bindi e Bersani, tra il presidente e il segretario generale del partito. Questo nonostante la prima avesse dalla sua circa il 90% del partito, e i fautori del matrimonio gay in sede assembleare si potessero contare sulle punte di una mano. Ma Bersani ha affermato in modo lapidario che nel Pd i matrimoni gay si faranno. Punto. E tutte le agenzie hanno riportato: Bersani, noi le unioni civili le facciamo, gli altri si regolino”. E Bindi e Fioroni si sono regolati subito, mentre la Roccella, provocando un gruppo di amici di sicura fede cattolica, lanciava un sasso in casa Udc: “E’ possibile per l’Udc allearsi con chi la pensa in questo modo? E che accadrebbe in una eventuale necessità di votare in un senso o nell’altro?”. Secco e chiara la risposta di tutti gli interpellati: “Per l’Udc queste questioni non sono all’ordine del giorno, se lo fossero la sua posizione sarebbe netta e chiara, come conferma la sua storia e la storia personale di tutti gli interpellati. Non temere, per quanto ci riguarda questi ddl non passeranno né oggi e né domani”. E in questo senso si esprime chiaramente anche il documento politico presentato in occasione della direzione generale del 20 luglio.

Pierferdinando Casini, che all’inizio della settimana aveva ribadito la sua personale contrarietà a matrimoni ed adozioni gay e aveva affermato che i temi etici non potevano entrare in una agenda di governo, si è spinto ancora più avanti. Ha affermato che non si tratta solo di una posizione personale, ma che tutta la linea politica del partito è contraria a matrimoni gay ed adozioni.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >