BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UNIONI GAY/ Binetti: caro Bersani, l’Udc non le farà. Gli altri si regolino…

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Ma la situazione politico-economica del Paese deve misurarsi anche con molte altre questioni, su cui è certamente possibile non solo un accordo e una mediazione, ma su cui vogliamo e dobbiamo impegnarci già da ora, per esempio sostenendo lealmente il Governo Monti. Si tratta di temi che hanno per oggetto la riduzione del carico fiscale, l’attuazione di norme per lo sviluppo che diano ossigeno alle piccole e medie imprese che sono in affanno. Occorre rilanciare politiche concrete per i giovani e per le famiglie, dobbiamo investire con maggiore rigore,. Ma anche con maggiore creatività nelle politiche per la sanità e per il welfare, e via dicendo. Il Paese oggi ha bisogno di tutti e i partiti con maggior senso di responsabilità debbono collaborare senza farsi trascinare da lotte interne o da sterili contrapposizioni. ABC su questa linea debbono intensificare la loro collaborazione oggi per poterla proseguire ancor più e ancor meglio domani. Proprio come ha recentemente raccomandato il Capo dello Stato, che immagina una larga coalizione anche nella prossima legislatura. Su alcune questioni però l’Udc non solo non sosterrà Bersani e i sostenitori del matrimonio gay. Ma remerà decisamente contro, coerentemente con la sua storia e con le sue convinzioni, Cercherà di far proseliti in aula al momento di un eventuale voto e sul territori parlerà con chiarezza ai suoi elettori e a chiunque vorrà ascoltarla, senza mai scadere però in quella violenta intolleranza che in questi giorni è affiorata e che non è nel nostro DNA.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.