BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PD-UDC/ Caldarola: vi “svelo” il programma di Bersani e Casini

Infophoto Infophoto

Benché Vendola abbia sempre ribadito l’essenzialità del legame con Di Pietro per allearsi con il Pd, dovrà fare i conti con il fatto che la rottura del rapporto tra Idv e Pd, oramai irreversibile, nasce da alcune scelte di Di Pietro inaccettabili per il partito di Bersani. La prima è la demonizzazione del governo Monti, la seconda è l’attacco continuo al Quirinale. A questo punto, se il Pd accettasse l’alleanza con Di Pietro, si snaturerebbe.

Vendola, in ogni caso, potrebbe mai accettare una convivenza forzata con l’Udc?

Nella sua Regione ha sempre avuto un atteggiamento piuttosto dialogante con i moderati e, in particolare, con i moderati cattolici. Non si capisce, quindi, perché a  livello nazionale non possa comportarsi allo stesso modo.

Pippo Civati, invece, al quale è stata, in questo caso, intestata la rappresentata dei Rottamatori, ha detto che l’alleanza con Casini, che per anni ha governato con Berlusconi, è da escludersi

Non mi pare che, attualmente, la posizione di Civati sia maggioritaria. Si basa, del resto, su valutazioni inesatte. Casini, infatti, è ormai da tempo che sta all’opposizione di Berlusconi e ha rifiutato di formare con lui il Pdl.

E se tornasse in auge l’ipotesi di un Monti bis?

Mi pare che sia più probabile che Monti vada al Quirinale e il candidato premier lo faccia Bersani. Ovviamente, da qui alle elezioni lo scenario potrebbe cambiare e il personaggio in grado di raccogliere maggiori consensi potrebbe essere un altro.

Potrebbe essere Berlusconi stesso a lanciare Monti come suo candidato...

Mi pare che, attualmente, prima ancora della leadership, abbia a che fare con un problema più grave, che riguarda la consistenza e la tenuta del partito, nei confronti del quale i sondaggi sono piuttosto impietosi.

Crede possibile che i partiti si accordino sulla legge elettorale per votare entro novembre?

Tecnicamente è possibile. Politicamente, no. L’accordo tra le maggiori forze politiche, infatti, non è ancora stato raggiunto.

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.