BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Ignazi: Di Pietro sempre più isolato, teme l’asse Pd-Udc-Sel

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Sulla legge elettorale sì. Esiste tuttora una convergenza di fondo, oltre allo stimolo contino da parte del capo dello Stato. Caso mai, temo che non si tratterà di una buona legge. La lunga gestazione e la pluralità della contrapposte posizioni rischiano di determinare un compromesso al ribasso.

Tornando a Di Pietro: da cosa dipenderà, il suo isolamento, se non dalla legge elettorale?

Anzitutto, dall’erosione che il suo partito subirà ad opera dei grillini, che intercetteranno parte dell’elettorato dell’Italia dei valori (non è un caso che Di Pietro punti sempre di più ad un alleanza con l’M5S); in seno al partito, inoltre, stanno iniziando a deflagrare alcune componenti dissidenti. In quanto partito personale, in sostanza, sta subendo il declino subito dagli altri partiti simili, fondati sul carisma del leader, in maniera analoga a quello di Berlusconi e di Bossi.

L’alleanza con il Pd è ancora possibile?

Mi pare improbabile. Di Pietro non ha fatto altro che radicalizzare sempre di più le proprie posizioni, rendendo sempre più difficile il rapporto con il Pd.

Non crede che, a questo punto, potrebbe saltare anche il rapporto privilegiato con Nichi Vendola, il quale potrebbe preferire un’alleanza con chi ha maggiori chance di vittoria?

Non c’è dubbio. D’altro canto, tra Idv e Sel non c’è mai stata un’osmosi politica e ideologica, ma una semplice convergenza in termini di opposizione dura.

Quali sono le principali differenze tra i due?

L’Italia dei Valori è rappresentata da Di Pietro e da una serie di personaggi uniti a lui nel nome dell’ostilità generalizzata alla classe politica, al malcostume e all’illegalità; tuttavia, è assimilabile ad una sorta di armata Brancaleone e questa debolezza, nonostante il ritorno di Berlusconi aiuterà a serrare le fila, verrà sempre più a galla. Sel, pur con varie contaminazioni, rappresenta la sinistra radicale.

E’ verosimile che Sel possa allearsi con l’Udc?

Se Berlusconi è riuscito a far convivere la Lega e Alleanza Nazionale, tutto è possibile. 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.