BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTERA/ Ceccanti: nozze e coppie omosessuali, non c'è un gioco a somma zero

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Anche se i periodi di crisi economica e di risorse pubbliche scarse portano a contrapporre i titolari dei diritti, non c'è un gioco a somma zero tra le une e le altre. In negativo lo dimostra la situazione attuale, in cui non sono adeguatamente valorizzate né l'una né le altre e anche le polemiche degli anni scorsi non hanno giovato a nessuno.

 

Forse che la mobilitazione anti-Dico col Family Day ha ottenuto politiche familiari più incisive? Il legislatore ha a disposizione varie scelte possibili di modelli, da affrontare laicamente nei pro e nei contro di ciascuna. Il confonto sarà tano più fecondo quanto più si baserà sull'intento di valorizzare sia l'art. 29 sia l'art. 2.

 

3. I compiti dell'amministratore a legislazione invariata: la postiva delibera di Milano

 

Intanto, però, sul piano amministrativo, le amministrazioni comunali possono fare qualcosa di analogo a quello che, a livello alto, fa la Corte Costituzionale, prendendo consapevolezza del fenomeno e vedendo i margini concessi dal Testo Unico sugli enti Locali soprattutto in materia di politiche sociali, senza attendere passivamente che il legislatore agisca. Da questo punto di vista il testo finale della delibera di pochi giorni fa del Consiglio Comunale di Milano rappresenta una scelta meditata e positiva.

 

Il punto di partenza, come aveva a suo tempo pionieristicamente proposto Ermanno Gorrieri, uno degli studiosi più attenti all'importanza dei legami sociali, non può che essere la legislazione vigente dal 1989 sulla cosiddetta "famiglia anagrafica", cioè l'articolo 4 del Dpr 223/1989. Esso recita: "Agli effetti anagrafici per famiglia s'intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso Comune."


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >