BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

UNIONI GAY/ Buttiglione: vogliono distruggere il matrimonio, i cattolici del Pd si ribellino

Rocco Buttiglione Rocco Buttiglione

Il problema è se le unioni civili siano o meno realmente diverse dal matrimonio. Il rischio è infatti che diventino un “simil matrimonio”, che poi vada a sostituirlo. Nei Paesi che hanno introdotto le nozze gay, si è partiti dall’unione civile e poi ci si è chiesti: “Ma che differenza c’è con il matrimonio?”. E la risposta è stata: “Nessuna”. In contemporanea c’è stata l’erosione del matrimonio, per esempio attraverso il divorzio breve. L’effetto è che nel popolo scompare l’idea di matrimonio.

 

I cattolici del Pd sostengono la posizione di Bersani sulle unioni gay …

 

I cattolici del Pd in parte non hanno capito di che cosa si tratta, e cioè di impedire che sia sottratto ai non gay il diritto a sposarsi evacuando il contenuto del matrimonio. In parte pensano che si possano costruire delle unioni civili, che siano chiaramente distinte dal matrimonio e che non portino a una sua erosione.

 

E’ possibile un fronte comune in Parlamento sui valori non negoziabili?

 

Sì, ma non basta farlo in Parlamento. Occorre che si ridia forza a organizzazioni come Scienza e fede e il Forum delle famiglie. In passato i parlamentari cattolici sono riusciti a essere uniti anche perché c’era una campagna che spiegava al Paese di che cosa si trattava. Se si pensa di poter difendere il matrimonio soltanto in Parlamento alla fine perderemo.

 

I cattolici dovrebbero uscire dal Pd e trovare un partito più adatto alle loro esigenze?