BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LEGGE ELETTORALE/ Vizzini (Affari costituzionali): c'è l'accordo, addio al Porcellum

Infophoto Infophoto

Non sarebbe corretto dire che la commissione stia lavorando a un accordo Pd-Pdl, ma a una maggioranza il più ampia possibile. E comunque tutte le forze hanno partecipato alla discussione. Certo, non siamo un comitato tecnico-scientifico, ma siamo collegati ai partiti politici, da cui attendiamo delle indicazioni. Dopodiché siamo pronti a riunirci di nuovo, sia la settimana prossima che in almeno altri due incontri nel mese di agosto.  

Chiusure da parte delle forze che stanno all’opposizione del governo Monti ce ne sono state?

Direi proprio di no. Al momento nessuno si sbilancia e cerca di giocare la sua partita a scacchi. 

A livello di tempistiche, quali sono i termini per poter riformare la legge elettorale?

Le ripeto, se i partiti trovano l’intesa, tradurla in legge è solo un esercizio parlamentare.

Se la sente di dire che in Italia non si voterà più con il Porcellum?

Sono pronto a offrire una cena, a lei e a non più di altre dieci persone, nel caso si votasse ancora con la vecchia legge. Sono certo che questo non accadrà.

 

(Carlo Melato)

© Riproduzione Riservata.