BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BERSANI/ Caldarola: il Pd? Stretto tra elezioni e "fascisti del web"

Pubblicazione:

Pierluigi Bersani (InfoPhoto)  Pierluigi Bersani (InfoPhoto)

Il Pd considera, invece, Sel non soltanto un alleato auspicabile ma, addirittura, un soggetto con cui fondersi.

E Casini? Bersani ha giurato che non lo sta incontrando e che non ha stipulato con l’Udc alcuna alleanza. Eppure, fino a pochi giorni fa, si sarebbe detto il contrario

Il fatto è che se la nuova legge elettorale premierà il partito che prende più voti con il 15% in più, come sta chiedendo il Pd, dichiarare prima delle elezioni con chi ci si intende alleare diventa del tutto inutile.

Bersani ha fatto presente che «il problema è avere la nuova legge elettorale. Ma non c'è nessun automatismo rispetto all'andare a votare subito»; cosa significa? Che, in ogni caso, non lo esclude? 

Eventualmente, si voterebbe a fine novembre. Ma, in tal caso, sarebbe necessario approvare prima la nuova legge elettorale e la legge finanziaria per dare l’impressione ai mercati del fatto che il Paese non è allo sbando. I tempi rendono queste due operazioni praticamente impossibili.

Bersani ha criticato l’azione del Consiglio dei ministri che, venerdì, si è limitato ad una manifestazione di buone intenzioni. Crede che il Pd si stia accingendo a rompere con il governo?

Non parlerei di vera e propria rottura. Ma, di sicuro, di una certa freddezza. E’ singolare, del resto, il fatto che l’unico ministro non invitato alla festa sia stato quello del Lavoro. Nonostante la Fornero, quando fu nominata, venne considerata proprio in quota Pd. Bersani, quindi, in questa fase preelettorale, ha scelto il profilo di chi, per responsabilità, ha consentito al governo Monti di svolgere la propria azione senza, tuttavia, identificarsi  in esso.  

 

(Paolo Nessi)

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.