BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ 2. Sallusti: così Berlusconi prepara l'alternativa al "nuovo" Pci

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Direi di sì. Per vincere servono 12 milioni di voti. Tolte poche migliaia, tutti gli altri hanno problemi con l’Imu, le tasse, le difficoltà ad arrivare a fine mese, la disoccupazione o la burocrazia. E voterebbero chiunque proponesse in maniera seria il modo per risolvere i loro problemi. Quando si dovrà scegliere se affidare il proprio Paese a Vendola e Bersani o a Berlusconi, non credo che nessun elettore  di centrodestra avrà alcun dubbio. Anche se in questi ultimi mesi molto di lori sono rimasti delusi dall’ex premier.

Non crede che il ritorno in campo di Berlusconi possa danneggiare il centrodestra?

I sondaggi dicono il contrario.

Per inciso: Berlusconi, in questo periodo, non si fa vedere spesso in giro. Cosa sta facendo?

Mi è capitato nelle ultime settimane di vederlo o sentirlo. Direi che è concentrato, in forma. Dopo un momento di debacle in seguito alle dimissioni, è tornato padrone della situazione. Si sta preparando per la ridiscesa in campo e ha ritenuto di tirarsi fuori dall’attuale clima di bagarre.

E se il leader del centrodestra (ma anche del centro o del centrosinistra) fosse Monti?

Non ce lo vedo a scendere tra le gente a fare campagna elettorale… Al limite, i risultati delle elezioni potrebbero risegnare un quadro ove si renda necessario un punto di sintesi esterno ai partiti. Che, in ogni caso, non potrebbe essere lui. Lo spread è ancora sopra i 500 punti e le condizioni economiche del Paese non sono migliorate. Ha fallito, dimostrando di non essere la persona giusta per guidare il governo.

 

(Paolo Nessi)

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.