BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Caldarola: la rottura Casini-Vendola? Una tattica per tener buoni gli elettori...

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Stiamo assistendo ad un atteggiamento da parte di Casini e Vendola motivato, più che altro, dalla necessità di rassicurare il proprio elettorato rispetto all’ipotesi di una coalizione che li veda insieme. Molte di queste interviste e dichiarazioni vanno lette alla luce di questa esigenza.

Bersani che ruolo ha in tutto ciò?

Punta, da un lato, a mantenere l’alleanza con Vendola in modo da non lasciare scoperto il suo fronte sinistro. Tanto più che è sempre più difficile ricomporre un rapporto con Di Pietro. Vuole preservare, quindi, almeno un alleato della foto di Vasto. D’altro canto, ha sempre identificato nel rapporto con i moderati cattolici un punto imprescindibile dello schema di alleanze. Lavorerà fino alle fine per tenere insieme sia Casini che Vendola. Se dovesse scegliere, in ogni caso, credo che non rinuncerebbe all’alleanza con Sel.

Oggi Alfano si è dichiarato possibilista circa la possibilità che Casini torni nel centrodestra. E’ un’eventualità concreta?

Direi di no. Ancora oggi ha ribadito che finché resta in campo l’ex premier non farà alcuna alleanza con il Pdl. E’ una posizione dalla quale difficilmente tornerà indietro.

Con chi si schiererà quella costellazione composta da Confindustria, dal movimento di Oscar Giannino e dai cattolici di Todi? Sia Casini che Alfano, infatti, si sono detti convinti che starà dalla loro parte

Si tratta di una mondo ancora in evoluzione ed è presto per dire come si orienterà. Oltretutto, non è esclusa la nascita di una sorta di “Lista Monti”, composta dai tecnici, e che potrebbe raggruppare gran parte di questi fermenti che stanno sorgendo.

Con un Berlusconi ancora in campo crede che la grande coalizione sia possibile?

Solo se le condizioni politiche ed economiche lo imporranno. In caso contrario, non credo che Pd e Pdl abbiano alcuna intenzione di realizzarla. 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
05/08/2012 - Proposte controproducenti (Giuseppe Crippa)

L’assist all’ipotetica formazione di questa ipotetica coalizione a tre (Bersani, Casini, Vendola) l’ha fornito il PdL con la sua proposta di legge elettorale con premio di maggioranza al primo partito…