BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NAPOLITANO INTERCETTATO/ 1. Franchi: il Quirinale si aspetta nuovi attacchi

Pubblicazione:sabato 1 settembre 2012 - Ultimo aggiornamento:sabato 1 settembre 2012, 18.59

Infophoto Infophoto

Quindi, all’interno di questo scenario, dove quelle suddette sono le forze che si sono schierate in maniera, tutto sommato, esplicita, c’è qualcuno che, per intenderci, sta avendo modo di pescare nel torbido. Personaggi, francamente, difficilmente identificabili, con scopi e intenti non sempre razionali. Se non quello di destabilizzare ulteriormente il sistema.

Come valuta la posizione assunta da Ingroia e Messineo?

La Procura di Palermo ha fatto presente che stavano intercettando Mancino, non Napolitano; e, dalle dichiarazioni di Messineo, mi pare che si evinca chiaramente come la questione della distruzione di tali intercettazioni sia, effettivamente, legata a problemi procedurali. La Procura, in ogni caso, presumo sappia bene che Napolitano non può in alcun modo definirsi coinvolto nella vicenda. D’altro canto, nessuno pensa realmente che ai magistrati interessi danneggiare il capo dello Stato.

Quanto ha pesato, sin qui, la debolezza dei partiti?

Moltissimo. Non direttamente, dato che i partiti con l’inchiesta giudiziaria hanno poco a che fare. Ma, in termini di clima, la loro debolezza ha contribuito moltissimo e, nelle prossime settimane, lo farà sempre di più. Anche perché non hanno la più pallida idea di come la pensi esattamente il proprio mondo di riferimento; quanti elettori del Pd, infatti, sono più sulle posizioni di Grillo che su quelle di Bersani? E quanti del Pdl pensano che, in fondo, Napolitano se la sia cercata? In una fase così confusa, quindi, da parte delle forze politiche non è giunto alcun orientamento netto e deciso capace di condizionare positivamente l’opinione pubblica. Ciascuno ha continuato a guardare esclusivamente a come muoversi per godere del maggior vantaggio elettorale possibile. Purtroppo, nessuno ha capito che tutto questo andava notevolmente ridimensionato.

Cosa intende?

Credo che la querelle interessi molto di più gli ultrà della politica che gli italiani. I problemi veri, infatti, sono bene altri. Dall’economia che non riparte, all’impotenza della politica nel trovare soluzioni capaci di risolvere la drammatica crisi occupazionale che sta affliggendo sempre più persone. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.