BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DI PIETRO+GRILLO/ Donadi (Idv): fantapolitica, con loro non si governa

Pubblicazione:venerdì 14 settembre 2012

Infophoto Infophoto

Non mi pare che l’Udc abbia intenzione di allearsi con la sinistra. Detto questo, considerando gli anni difficili che avremo di fronte e la delicatezza della situazione, personalmente, non avrei problemi, all’indomani delle elezioni, se il centrosinistra, pur avendo la maggioranza, aprisse ad una collaborazione con l’Udc.

Pensa che dovreste abbassare i toni puri in tema di giustizialismo?

Credo che in Italia ci sia un’immensa battaglia da combattere per la legalità, sulla quale non ci può essere moderazione.

Neppure sulla vicenda che riguarda Napolitano e le intercettazioni delle sue telefonate?

Gli stessi magistrati di Palermo hanno fatto presente che non Napolitano non c’entra nulla con le indagini. Per questa ragione, non ho condiviso i toni esasperati nei suoi confronti. Anche se ritengo la sollevazione del conflitto di attribuzioni, per quanto legittima, inopportuna.

Perché ha suggerito, intervenendo a La Zanzara, di togliere il nome di Di Pietro dal partito?

Salvo il Pd, non c’è un partito, in Italia, che non sia personalistico. La fine della Prima Repubblica, ha coinciso con la nascita di formazioni che ruotavano attorno alla figura di un leader. L’Idv non è esclusa da questo processo. Ma questa fase si è conclusa. Credo che sia giunto il momento di tornare a partiti regolati da regole democratiche interne. Sarei orgoglioso se il mio fosse il primo ad adeguarsi. 

 

 

(Paolo Nessi)

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.