BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PRIMARIE PD/ Rondolino: Renzi vs Bersani, una lotta tra "Blair" e l’usato sicuro

Pubblicazione:sabato 15 settembre 2012 - Ultimo aggiornamento:sabato 15 settembre 2012, 11.42

Infophoto Infophoto

Credo che in Italia ci sia un eccesso di antirenzismo. Certo, il fatto generazionale è connotato da una radicalità che, in qualche misura, lo accomuna a Grillo. Ma, al di là della forza propagandistica, il suo programma ha ben altri contenuti.  

Ce li riassume?

Lo Stato dovrebbe occuparsi di meno del cittadino; occorre abbassare le tasse; e la solidarietà va declinata in termini di pari opportunità, non di assistenzialismo. Inoltre, anche il dato generazionale, non è del tutto da ignorare.

Cosa intende?

Se realmente dovesse diventare premier, e rispettasse la promessa di non candidare neanche un esponente della vecchia classe dirigente, ci troveremmo di colpo di fronte ad un rinnovamento epocale. D’altro canto, gli uomini ex-novo di Renzi sono professionisti, amministratori locali, professori universitari; persone che non hanno mai fatto parte della politica nazionale ma che sono tutt’altro che sprovveduti.

E Bersani, invece? In cosa, prevalentemente, si distingue da Renzi?

Direi che, come lui stesso si è autodefinito con ironia, rappresenta –lui e la classe dirigente di cui è espressione – un “usato sicuro”.

Quali sono, invece, i connotati principali del suo programma?

Al fondo, vi è un’idea di Pd decisamente “emiliano”: una politica sostanzialmente statalista, dove nessuno viene abbandonato e lo Stato ha una buona parola e una mancia per tutti. In questa visione, la lotta di classe è abolita, gli esponenti del mondo industriale e di quello del lavoro marciano uniti all’insegna del “volemose bene”.  Si tratta di una visione che ha una sua dignità e una sua legittimità. Ha un solo grande difetto: sono finiti i soldi, e lo Stato non può più permettersi di ragionare in questi termini.

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.