BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BILANCI DEI PARTITI/ "Se oggi non passa la mia legge la Casta si suicida"

Pubblicazione:mercoledì 19 settembre 2012

Infophoto Infophoto

Guardi, continuo a sperare che, oggi, la questione si chiuda con un emendamento che reintroduca il vincolo di un organismo esterno. Se le forze politiche avranno un minimo di attenzione alla sensibilità che si sta muovendo nel Paese, credo che ci sia ancora tempo per rimettere in moto un meccanismo virtuoso.

Cosa dirà per chiederne la reintroduzione?

Credo che sarà sufficiente chiedere ai colleghi di alzare lo sguardo, per rendersi conto che il Paese non sopporterebbe gesti che non hanno alcuna motivazione razionale. Tanto più alla luce di quanto sta accadendo in Regione Lazio, proprio a proposito dello scandalo relativo al finanziamento ai partiti.

E se così non fosse?

Ci troveremmo in una situazione estremamente spiacevole. Sembrerebbe, per usare una metafora epica, come quando gli dei vogliono dannare qualcuno e lo accecano, affinché continui a vagare senza rendersi conto degli errori che compiono.

La stessa circostanza sembra in procinto di verificarsi sul fronte della legge elettorale, sulla riforma della quale, dopo mesi, si è tornati al punto di partenza

Anche qui, continuo a coltivare la speranza che si giunga, infine, ad un progetto condiviso, che non faccia esclusivamente l'interesse di Berlusconi, della Lega, e, probabilmente, dell’Udc. E’ vero che la legge elettorale è una legge ordinaria. Ma, di fatto, riguardando tutti, e può considerarsi di natura costituzionale.  Abbiamo il dovere di dar vita ad una riforma decente che, magari,  sia fatta al “buio”, come dicono i costituzionalisti e che, quindi, scontenti tutti. E credo che sussistano ancora i margini per farlo.  

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.