BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ABOLIRE LE REGIONI?/ L'esperto: gravi gli scandali, ma non è la soluzione

Pubblicazione:sabato 22 settembre 2012

Franco Fiorito (Foto: InfoPhoto) Franco Fiorito (Foto: InfoPhoto)

Quindi, ribadisce Pola, «il livello regionale va oggi ripensato in modo molto più serio, soprattutto se intendiamo procedere sulla via del federalismo. E’ però altrettanto necessario evitare di fare di tutta l’erba un fascio: abbiamo assistito a diversi scandali in diverse regioni ma, nonostante vi siano stati comportamenti disdicevoli in diverse zone del Paese, vi sono usi spregiudicati dei bilanci a fini politici che avvengono in modo diverso». La Regione va dunque preservata, conclude Pola nella propria analisi, «dotata di strumenti giuridici più seri ed efficaci, e sottoposta a verifiche più accurate da parte di organi preposti, come la Corte dei Conti. Il controllo della spesa deve avvenire in modo preventivo da parte dei consigli regionali affinché non si creino occasioni opportunistiche per nessuno. Insomma, le regioni vanno mantenute, tenendole sotto stretto controllo laddove vi siano dei rischi oggettivi e offrendo ai cittadini la possibilità di essere informati costantemente sulle varie attività».

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
25/09/2012 - hai voglia se lo è! (Claudio Baleani)

Abbiamo inventato prima le regioni eppoi quello che dovrebbero fare. Togliamole a eradichiamo un centro di spesa inutile. hanno avuto il loro tempo per dimostrare che servono. Facciamo basta?