BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

MONTI/ Non mi candiderò alle elezioni: il capo del Governo parla alla Cnn

Mario Monti a New York per l'assemblea generale delle Nazioni Unite ha rilasciato una intervista alla Cnn in cui dice che non intende cadidarsi alle prossime elezioni politiche

Foto InfophotoFoto Infophoto

Il presidente del Consiglio Mario Monti non si candiderà alle elezioni del 2013. Non è la prima volta che Mario Monti lo dice, questa volta lo ha detto parlando con un giornalista della Cnn. Monti si trova infatti in America  dove ha partecipato all'assemblea generale delle Nazioni Unite insieme al nostro ministro degli esteri. Le pressioni per un Monti bis sono infatti all'ordine del giorno, da parte di diverse forze politiche, ultimo eie quali recentemente Pierferdinando Casini dell'Udc che indicava nell'esperienza del governo Monti qualcosa da ripetere. Ma Monti evidentemente non è d'accordo. Non mi candiderò alle elezioni, ha detto alla Cnn, la politica deve riprendere il proprio ruolo, penso che sia importante. Ha però aggiunto di sperare che questa ripresa del proprio ruolo della politica sia fatto con un maggiore grado di responsabilità e di maturità rispetto a quanto fatto fino a oggi. Osservazione severa, che Monti ha già fatto in passato, e che sicuramente solleverà qualche polemica nei diretti interessati, cioè i rappresentanti della politica. "Penso che sia importante che la politica riprenda pienamente il proprio ruolo, speriamo con un grado maggiore di responsabilità e maturità" ha detto. Non esclude certamente di rimanere in qualche modo dentro alla vita politica essendo senatore a vita, ma non vuole sentire parlare di candidatura a premier alle prossime elezioni. Ha poi parlato dell'evolversi della situazione economica generale, dicendo che l'Italia non è più una minaccia per la crisi del debito per l'Europa. Il nostro Paese, ha detto, non rischia di provocare più una crisi nell'eurozona: "Da giugno-luglio di quest'anno sono molto più fiducioso sul futuro della zona euro, prima di tutto perché non sarà l'Italia a innescare un incendio". Monti proseguendo nell'intervista ha citato quanto detto dal presidente degli Stati Uniti all'ONU a proposito della crisi islamica, dicendo che sono necessarie riforme anche dolorose. E' quello che sta facendo l'Italia ha detto aggiungendo che "è felice di dire che  il popolo italiano è stata sottoposto, da parte del governo che guido, a una richiesta senza precedenti di sacrifici, di disciplina, a una richiesta di eliminare privilegi e rendite, finora si è comportato in modo molto responsabile, come se capisca esattamente che questo riguarda le prospettive del suo futuro e dei loro figli".