BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MONTI-BIS (?)/ Franchi: ecco la "road map" del professore

Pubblicazione:sabato 8 settembre 2012

Infophoto Infophoto

Anzitutto, Monti è senatore a vita e, in quanto tale, è prassi che non partecipi alla contesa elettorale ma che resti a disposizione come riserva della Repubblica. Eventualmente, quindi, dovrebbe essere nuovamente chiamato in causa dai partiti maggiori.

Dalla grande coalizione, quindi?

Esatto. Il problema è che non s’è mai vista una grande coalizione promossa addirittura  prima delle elezioni. In genere, si fanno dopo il voto. Per intenderci, non è pensabile che i partiti dicano agli elettori: “votate un po’ come vi pare, tanto dopo ci mettiamo d’accordo”. Nel frattempo, quindi, è prevedibile che Monti sarà conteso tra le varie formazioni. C’è da sperare che questo non avvenga in forme talmente distruttive da impedire di mettersi assieme dopo il voto.

Riusciranno, nel frattempo, ad accordarsi su una nuova legge elettorale?

Credo proprio di sì. Sta di fatto che qualunque sia la riforma varata, ci troveremo in un contesto di estrema frammentazione politica. I partiti maggiori viaggiano su cifre decisamente distanti dai fasti degli anni scorsi, mentre incombe il rischio che l’M5S possa diventare il secondo o il terzo partito; le parti in causa interessate al Monti bis, quindi, dovrebbero chiamarlo con una maestria tattica, diplomatica, politica e culturale che, al momento, non si vede.

Quindi?

Il premier farebbe meglio, probabilmente, a indicare lui stesso la necessità di uno scompaginamento di tutte le forze che lo sosterebbero, volto ad una successiva ricomposizione dal sapore europeista. Tale schieramento così ricomposto, a questo punto, potrebbe misurare la sua effettiva forza nello scontro elettorale.

Non crede che le dichiarazioni trionfali di Monti sull’imminente uscita dalla crisi riflettano la sua volontà di spianare il campo alla sua prossima ricandidatura?

Diciamo che non credo che la sua massima ambizione consista nel tornare a fare il presidente della Bocconi.

 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
08/09/2012 - domande (francesco taddei)

quando Monti ridiventerà presidente del Consiglio per grazie divina e volontà della nazione, rinominerà gli stessi ministri che non sono senatori a vita e che non sono stati eletti ma approvati da un parlamento di nominati senza vincolo di mandato nè all'elettore nè al partito? e allora a cosa serve il mio voto? Franchi me lo può spiegare?