BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BEPPE GRILLO/ L'inno del M5S: "L'urlo della Rete", la taranta del Web (video)

Ecco l'inno ufficiale della campagna elettorale del Movimento Cinque Selle: L'urlo della Rete, o la taranta del web. Autori ne sono due militanti del movimento grillino

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Se il Pd sceglie l'ultima canzone di Gianna Nannini come inno ufficiale della campagna elettorale, il Movimento Cinque Stelle risponde con un urlo. Anzi, L'urlo della Rete, ancora meglio la taranta del Web. A dirlo sono loro, i grillini, che lo scrivono sul blog ufficiale del loro leader Beppe Grillo. Non hanno bisogno di prendere in prestito le canzoni già composte da qualcun altro e infatti se la sono scritta loro, come si legge sempre sul blog di Grillo. Autori ne sono infatti due grillini, Leonardo Metalli e Raffaello Di Pietro che raccontano simpaticamente di aver composto l'inno mentre si trovavano in coda agli uffici postali dove dovevano pagare multe e conti correnti vari. Una situazione questa di fare la coda in posta per pagare multe o bollette dove la protesta è facile si sa che nasca. E infatti i due tra un lamento e l'altro pensando alla situazione dell'Italia hanno deciso di scrivere l'inno della Rete e degli italiani. E la musica? C'è anche l'apposito video che permette di ascoltarla, ispirazione musica popolare del sud Italia, la famosa taranta pugliese che fa ballare tanti appassionati. "Basta, né padri né padroni, ridateci i soldoni, che noi sappiamo cosa farne Né padri né padrini ma solo cittadini che vogliono cambiare, questo è il momento di rischiare, non si può più aspettare...". si legge invece nel testo. Niente e nessuno può fermare la rete, dicono: "Uno che Vale Uno niente e nessuno la Rete fermerà, figlio di brava gente, mettiti in gioco e la vita cambierà, vive la nostra bella storia poetica memoria di questa grande Italia; Santi, Navigatori, eroi del mondo e della libertà". Diventerà un successo di classifica? O forse il prossimo inno italiano se i grillini dovessero andare al governo? Per il momento non sappiamo cosa ne pensi Beppe Grillo ma se ha dato il permesso di pubblicare testo e video sul suo blog ufficiale vuol dire che approva. D'altro canto lo stesso Grillo è autore di canzoni che hanno trovato spazio anche in alcuni dei suoi comizi.