BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

LEGA NORD/ Pagliarini: l’inchiesta sulle quote latte? Vi spiego cosa non quadra

InfophotoInfophoto

Guardi, io me ne sono andato tanti anni fa perché, secondo i bilanci pubblicati per legge (con presente esclusivamente l’indicazione delle entrate e delle uscite, ma non i capitoli di spesa dettagliati) la Lega disponeva di svariati milioni. Eppure, nelle sezioni locali non arrivava una lira. Per cosa venivano usati, allora, questi soldi? Anche di recente, al nuovo tesoriere della Lega, avevo scritto una lettera affinché la Padania desse vita ad una vera e propria trasparenza, dedicando almeno metà del giornale a pubblicare tutti i dettagli delle spese e delle entrate del partito.

Dopo i recenti scandali, il partito sembrava in procinto di rialzarsi, attraverso l’avvicendamento ai vertici e un’operazione mediatica di pulizia interna. Ora rischia di essere nuovamente travolto?

Non credo. C’è uno zoccolo duro che considera il partito come una sorta di religione,un po’ come funzionava con il vecchio Pc.

Eppure, Maroni, in Lombardia, ha chance di vittoria solamente se prende i voti anche dei non leghisti

Gli italiani, alla fine, digeriscono tutto. E dimenticano in fretta. Guardi Di Pietro: dopo le accuse di Report relative al suo presunto patrimonio immobiliare sarebbe dovuto sparire nel nulla senza più lasciare traccia. Tanto più che il suo partito ha fatto della legalità la propria ragion d’essere. E, invece, sarà candidato. Oltretutto, con Ingroia. Un altro che ha creato una coalizione sotto le insegne della trasparenza e della legalità. 

 

© Riproduzione Riservata.