BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDAGGIO/ Crolla la fiducia nel Capo dello Stato e nel Parlamento: mai così bassa nella storia italiana

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Gli italiani stanno perdendo la loro fiducia nei confronti delle massime istituzioni dello Stato. Lo dice un sondaggio Eurispes che registra un crollo di fiducia nei confronti del presidente della Repubblica: rispetto allo scorso anno in cui si registrava una fiducia degli italiani parei al 62,1%, quest'anno siamo davanti al 44,7%, una perdita di quasi venti punti percentuali. All'interno di questo dato, si legge che il 19,3% ha molta fiducia verso Napolitano e il 25,4% abbastanza. Che cosa ha portato a questo crollo di consenso nei confronti di Giorgio Napolitano? Forse il suo sostegno a spada tratta nei confronti dell'ex capo del governo Mario Monti? Lo diranno gli analisti dei sondaggi. Intanto il crollo del sfiducia nei confronti delle istituzioni in generale è ugualmente forte anche se alquanto stabile rispetto all'anno scorso. Si registra però un leggero aumento, si passa infatti dal 71,6% dello scorso anno al 73,2% di quest'anno. Il commento del presidente dell'Eurispes che ha condotto il sondaggio è allarmato: questa insoddisfazione degli italiani verso le istituzioni non ha precedenti nella nostra storia, ha detto. Colpisce, ha aggiunto, il crollo di consensi verso il capo dello Stato che nel quadro di crisi delle istituzioni rimaneva invece saldamente il punto di riferimento degli italiani. Rispetto ai governi che si sono succeduti tra di loro dal 2004 a oggi, siamo davanti a una sfiducia costante che rimane sempre uguale, una fiducia che è sotto al 35% dei consensi. Va male anche il Parlamento che gode della sfiducia dell'88,2% delle persone mentre nel 2011 era dell'83,4%. in tasso di sfiducia dunque quasi massimo e costante. I fiduciosi? Nel 2012 erano il 9%, nel 2013 il 9,5% mentre nel 2011 erano il 15%. Aumenta invece in questa panoramica la fiducia nei confronti della magistratura: siamo al 42% contro il 36,8% del 2012. Sondaggio positivo invece per quanto riguarda le forze dell'ordine per i quali gli italiani sentono di considerarle ancora un punto di riferimento, in particolare i carabinieri. L'Arma gode infatti del 76,3% di consensi, preceduta solo dai forestali che hanno ottenuto il 77,1


  PAG. SUCC. >