BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GIOCHI A SINISTRA/ Bersani tradisce Monti e "sposa" Vendola

Nichi Vendola e Pier Luigi Bersani (InfoPhoto) Nichi Vendola e Pier Luigi Bersani (InfoPhoto)

Insomma, c'è lo scontro tra centrosinistra e centrodestra, come è nella logica delle cose. Ma alla fine Silvio Berlusconi sta facendo la sua parte, come si sapeva. Monti risponde a Berlusconi attaccandolo. Poi c'è però questo continuo logorio, sia dal punto di vista elettorale, sia dal punto di vista della credibilità di “riformatore” da parte di Monti nei confronti del Pd. Infine c'è Antonio Ingroia che sta facendo tutto un gioco per condizionare Vendola. Insomma Bersani capisce che c'è un attacco abbastanza concentrico.

In questo modo la governabilità diventa più problematica. L'approdo a un governo di coalizione o di accordo tra centrosinistra e centro diventa più difficile, visti i numeri che offrono i sondaggi.
Credo che Bersani, come altri esponenti del Pd, del centrosinistra in generale, stanno arrivando alla conclusione che la “salita in politica” di Monti si pone come prospettiva politica quella di condizionare il centrosinistra. Al limite, pare che i centristi giochino allo “stallo”, all'impossibilità di governare, in modo da riproporre una situazione come quella di quest'ultimo anno. Ma questa non è una scelta politica.

Mettiamo a parte il ruolo di Vendola nel centrosinistra. Come sono invece i rapporti tra Bersani e Matteo Renzi, il “rottamatore” sindaco di Firenze?
Mi sembrano che siano buoni. Si sta facendo un programma del contributo di Renzi a questa campagna elettorale. Ci sarà un comizio in comune tra Bersani e Renzi settimana prossima a Firenze. Poi è prevedibile che il contributo di Renzi a questa campagna elettorale si svolgerà soprattutto al Nord. 

(Gianluigi Da Rold)

© Riproduzione Riservata.