BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Folli: i due scogli di Monti, il "14" e "l'ombra" di Passera

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Corrado Passera (Infophoto)  Corrado Passera (Infophoto)

La spiegazione potrebbe essere legata al momento elettorale. Vendola alza i toni per catturare voti a sinistra e poi ritorna ragionevole, in caso si debba fare un'alleanza con il centro di Monti. In fondo ha fatto in questo modo anche nelle regionali pugliesi, dove oggi è il Governatore. Ma in questo caso la situazione è più delicata. In questo modo Vendola sta procurando fastidi a Pier Luigi Bersani, con dichiarazioni che possono essere oggetto di polemica elettorale. Poi c'è un altro ragionamento da fare. 

Quale? 
A me pare che, guardando al nuovo Parlamento, noi ci illudiamo di aver già metabolizzato Beppe Grillo e il suo movimento, che, comunque sia in regresso, il 12% o 13% lo piglierà. Aggiungiamo a questa considerazione un altro fatto, che può essere un interrogativo: se la lista di Antonio Ingroia raggiunge il quorum? A quel punto nel prossimo Parlamento potremmo avere un'area radicale alternativa valutabile intorno al 20%. Se si verificasse una simile situazione, perché Vendola non potrebbe dire quanto segue: vogliamo fare una maggioranza? Perché scegliere Monti e non invece Ingroia e l'appoggio degli stessi "grillini"? Qui a forza di coperture a sinistra, con il gioco dei “vasi comunicanti” si va incontro anche a un rischio.

 

(Gianluigi Da Rold)

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.