BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RAZZISMO (?)/ Il marito della Kyenge: "Ho sposato una negra"

Ospite de "La Zanzara" su Radio 24, Domenico Grispinio, marito della ministra per l'integrazione territoriale sfata il tabù: "Negro si può dire. Anche se, ovviamente, dipende dal tono"

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Intervistato su Radio 24, ospite di Parenzo e Cruciani a “La Zanzara” il marito della ministra, Domenico Grispino, dice la sua: “Che male c’è a utilizzare la parola negro? Nessuno, basta che i toni non siano offensivi”.

Grispino aveva ammesso di aver votato il Carroccio in passato, “mentre a questo turno ho scelto Pd perché c'era mia moglie”. E dopo la sparata di Roberto Calderoli, che aveva paragonato sua moglie, il primo ministro nero della storia della Repubblica Italiana Cecile Kyenge, a un orango, aveva invitato a un pranzo pacificatore l’esponente leghista. Oggi ai microfoni de La Zanzara è intervenuto così: “La parola negro si può usare. La Lega, tra l'altro, è stato il primo partito a candidare una negra”. Quanto alla carriera politica della moglie rivela: “Cecile ha fatto carriera grazie a Livia Turco – con la quale, lavorando fianco a fianco, si è occupata di integrazione per dieci anni – che l’ha segnalata a Bersani.

L’intervista si è spostata poi su altri binari, affrontando le vicende giudiziarie di Berlusconi, nei confronti del quale l’uomo Kyenge si è mostrato alquanto aperto e comprensivo: “E’ stato condannato per cose che a livello imprenditoriale sono abbastanza frequenti e per il tipo di reato farei solo una pena accessoria, del tipo restituisci 20-30 volte quello che mi devi e ti perdoniamo, restituisci il maltolto con gli interessi. Processi ne ha avuti tanti, forse troppi anche se quasi sempre è riuscito a girarli a suo favore. Ma se lo votano può continuare a fare politica, non capisco perché debba sparire”. E infine una stoccatina alla presidente della Camera Laura Boldrini: “Boldrini? Preferisco la Pivetti, è stata brava, si è mossa bene. La Boldrini dovrebbe essere più asettica, ci vuole esperienza per quel ruolo”.

© Riproduzione Riservata.