BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RIUNIONE PDL/ Cicchitto chiede il dibattito, ma Berlusconi lo invita a cena

Si è tenuta ieri la riunione die parlamentari del Pdl con il discorso di Silvio Berlusconi. Qualcuno, come Fabrizio Cicchitto, ha chiesto il dibattito ma gli è stato negato

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Unico fra i tanti, Fabrizio Cicchitto con i suoi modi gentili e quasi timidi sta diventando l'unica bandiera del dissenso anti Berlusconi. Già alla notizia delle dimissioni dei ministri Pdl aveva (timidamente) protestato dicendosi deluso dalle modalità della richiesta, effettuata senza alcun dibattito interno. Ieri alla riunione dei parlamentari Pdl con Belrusconi, la cosa si è ripetuta se possibile in modo ancor più imbarazzante. Terminato l'intervento del capo, con tutti i presenti che si alzavano ad applaudirlo entusiasti, Fabrizio Cicchitto ha alzato un braccio. Poi (timidamente) ha chiesto: ma il dibattito? Non si fa? Io volevo dire alcune cose… Occhiate di fuoco da parte dei fedelissimi del Cavaliere, ad esempio Brunetta e Schifani, che rispondono seccamente di no, nessun dibattito. La scena non passa inosservata al capo supremo che così dice: "Fabrizio, con i capigruppo avevamo deciso che avrei parlato solo io... ma se vuoi dirmi qualcosa, forza, vieni a cena da me, stasera…". Cicchitto non risponde. Nell'aula si sentono solo i fedelissimi, come la Santanché: "È stato un discorso stupendo, siamo tutti uniti" commenta.

© Riproduzione Riservata.