BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL FATTO/ Zanon (Csm): con la scusa di Berlusconi si vuole "boicottare" Napolitano

Pubblicazione:venerdì 11 ottobre 2013 - Ultimo aggiornamento:venerdì 11 ottobre 2013, 22.13

Giorgio Napolitano (Infophoto) Giorgio Napolitano (Infophoto)

Il sovraffollamento carcerario e le condizioni disumane in cui spesso versano i detenuti: questi, e non Berlusconi e la sua sentenza di condanna, erano gli argomenti contenuti nel messaggio inviato da Napolitano alla Camere. Certo, il capo dello Stato ha suggerito anche, tra le altre cose, di adottare un provvedimento di indulto o di amnistia per sanare la questione; e non sfugge che, nell’eventualità, Berlusconi ne trarrebbe vantaggio. Tuttavia, i partiti hanno interpretato le parole del capo dello Stato esclusivamente con i canoni della lotta politica più aspra. Nicolò Zanon, costituzionalista e membro del Csm, spiega il senso della missiva del Quirinale.


Buona parte della politica sospetta che la richiesta di indulto o amnistia rappresenti un salvacondotto per Berlusconi.

Che questo genere di accuse possa esser mosso nei confronti di Napolitano, è rivelatore del basso livello di larga parte della classe politica. Se uno legge il messaggio, constata, anzitutto, che il capo dello Stato ricorre agli strumenti dell’amnistia e dell’indulto di malavoglia. Lui stesso, d’altra parte, ha fatto presente che il più delle volte il Parlamento non ha dato seguito ai messaggi inviati alle Camere. Inoltre, prendere in considerazione le censure che la Corte europea dei Diritti dell’Uomo ha mosso in relazione al sovraffollamento carcerario è un imperativo costituzionale. Non dimentichiamo, infine, che ha parlato dell’indulto e dell’amnistia solo tra le altre cose, ipotizzandone la messa in atto solo al termine di un percorso in cui siano stati usati anche altri strumenti, quali le forme di pena alternative alla detenzione.

 

In ogni caso, Berlusconi potrebbe trarre vantaggio da provvedimenti del genere?

Allo stato attuale, non è possibile dirlo. Bisognerebbe, da un lato, studiare la sua posizione processuale complessiva e, dall’altro, capire che scelte farà il Parlamento.

 

Il Parlamento potrebbe espungere dall’amnistia e dall’indulto i reati compiuti da Berlusconi?

Beh, a quel punto si tratterebbe di un provvedimento “contra personam”. Che, oltretutto, colpirebbe una quantità indiscriminata di soggetti. Non è mica l’unico in Italia che è stato condannato per reati fiscali.

 

E se, alla fine, decidesse di ignorare il messaggio del Colle nella convinzione che sia meglio non indurre neppure il sospetto di un favore a Berlusconi?


  PAG. SUCC. >

COMMENTI
11/10/2013 - Lettura svalutativa del problema? (Franco Labella)

Il prof. Zanon non finirà mai di stupirmi. Parla di "lettura svalutativa del problema" a proposito dell'idea minima e di buon senso di ampliare gli spazi se quelli odierni mettono in pericolo oltre che la vita anche la psiche dei detenuti. Posso pubblicamente chiedere al prof. Zanon qual era la sua posizione, nel 2006, quando fu deciso un indulto che avrebbe dovuto risolvere un problema (il sovraffollamento delle carceri) che anche oggi è la principale motivazione della discussione riaperta da Napolitano con un messaggio di 12 cartelle? Che poi si possa proporre una riflessione piu' generale sulla efficacia delle attuali condizioni delle carceri in rapporto al dettato dell'art. 27 della Costituzione ci può stare. Ma primum vivere deinde... E la coincidenza temporale fra un messaggio che certamente non è la dimostrazione di un interesse episodico di Napolitano e le vicende di un condannato piu' famoso degli altri può essere negata? Perchè il prof. Zanon, che giustamente dice di non poter fare previsioni sul contenuto di eventuali provvedimenti in materia di amnistia ed indulto non spiega ai lettori del Sussidiario cosa è l'amnistia impropria? Da modesto docente di Diritto ho provato a fornire un elemento di conoscenza. Fra Beccaria e le notizie su sistemi penitenziari che attuano anche soluzioni diverse dalle nostre ci può essere almeno uno spazio di chiarezza? http://profumodiscuola.com.unita.it/scuola/2013/10/10/amnistia-impropria-qualcuno-la-conosce-repubblica-pa