BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEGGE DI STABILITA'/ Crosetto: le nuove tasse? I ministri Pdl "non possono" vederle...

Pubblicazione:giovedì 17 ottobre 2013 - Ultimo aggiornamento:giovedì 17 ottobre 2013, 11.23

Infophoto Infophoto

Guardi, le racconto una caso paradossale: prima che arrivassi io, il ministero spendeva 60 milioni di euro all’anno per servizi di guardiania notturna. Non so se mi spiego: le Forze armate spendevano 60 milioni di euro per pagare dei vigilantes! Ecco, dopo un anno che ero lì, i 60 milioni di euro sono stati azzerati.

 

Torniamo alla legge di stabilità. La nuova Trise è una nuova tassa?

Indubbiamente. E’ una nuova tassa. Peraltro, rispetto all’Imu e alla Tares, comporterà un esborso maggiore per i cittadini. Se, infatti, ci consentirà di restare sotto il tetto del 3 per cento al rapporto deficit/ pil, l’importo complessivo non potrà che essere attorno ai 10 miliardi. 6 miliardi in più rispetto all’Imu.

 

I ministri del Pdl si sono definiti le “sentinelle antitasse”.

Lo sono nella misura in cui io sono una ballerina del Bolshoi. Nessuno di loro capisce nulla di bilancio dello Stato, nulla di contributi e tasse, e quasi nulla di sgravi fiscali.

 

Non è necessario essere esperti fiscali per sapere che la Trise sia una nuova tassa.

Cosa le devo dire? Fanno finta di non saperlo, come fanno finta di non sapere che Letta è di centrosinistra e che questo governo sta facendo dei danni. Cosa gli costa, quindi, fingere di non accorgersi che è stata introdotta una nuova tassa?

 

Da cosa dipende il loro atteggiamento?

Devono mandare giù qualsiasi cosa. La sopravvivenza politica della compagine ministeriale del Pdl è legata indissolubilmente alla durata di questo governo. Se non resiste almeno due o tre anni, sono politicamente morti.

 

Perché ne è così convinto?


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >