BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCELTA CIVICA/ Monti: resto nel gruppo al Senato. Ma a Palazzo Madama passa la linea Mauro

Pubblicazione:giovedì 24 ottobre 2013 - Ultimo aggiornamento:giovedì 24 ottobre 2013, 19.59

Mario Monti (InfoPhoto) Mario Monti (InfoPhoto)

Pur confermando le dimissioni da presidente, Mario Monti resterà nel gruppo di Scelta Civica al Senato. E’ proprio l’ex premier a farlo sapere, in una lettera inviata all'attuale numero uno Bombassei e ai deputati, senatori e coordinatori regionali incontrati nella giornata di ieri. Questi ultimi, "pur avendo ben compreso e condiviso le ragioni che mi hanno indotto a rassegnare le dimissioni da presidente di Scelta Civica – scrive il senatore a vita - mi hanno rivolto un pressante invito a riconsiderare tale decisione". Apprezzando "questa rinnovata e calda manifestazione di fiducia", Monti spiega di non poter "recedere dalle dimissioni, attraverso le quali ho inteso anche favorire il consolidarsi e l'emergere di nuove leadership in Scelta Civica", ma conferma l'intenzione di voler "continuare a far parte, come senatore a vita, del Gruppo di Scelta Civica al Senato". Durante l’assemblea di ieri, come previsto, è anche passata la cosiddetta “linea Mauro”. Come voluto dal ministro della Difesa, infatti, i senatori “popolari” di Scelta Civica sono diventati la maggioranza del gruppo a Palazzo Madama e durante l’incontro è stato votato un documento che accoglie le dimissioni di Gianluca Susta, capogruppo “montiano”. E’ stata dunque respinta l’ipotesi di scissione tra Scelta Civica e Udc, confermando la volontà di mantenere il gruppo unitario "così come votato dagli elettori Sc", ha detto Mauro.



© Riproduzione Riservata.