BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

ELEZIONI TRENTINO 2013/ Il sondaggista: dopo le provinciali, Trento e Bolzano sempre più “deitalianizzate”

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

La Lega Nord, invece, trova come diretto avversario proprio la Suedtiroler Freiheit di Eva Klotz, partito ben più radicato sul territorio che, utilizzando di fatto gli stessi temi, in qualche modo “soffia” al Carroccio i consensi. E proprio questo legame all’area non porta gli elettori del Trentino a votare per il Movimento di Grillo, "percepito sempre di più come un fenomeno mediatico che come qualcosa di progettuale che può effettivamente dimostrare qualcosa di concreto dopo i tanti annunci". Bisogna poi dire che in Trentino i partiti cosiddetti “tradizionali”, proprio come quello di Eva Klotz, sono ancora molto apprezzati: "Se la politica tradizionale funziona - conclude Alessandro Amadori - perché un abitante delle valli tirolesi dovrebbe dare il proprio voto a Grillo?".

 

(Claudio Perlini)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
28/10/2013 - commento (francesco taddei)

è gente che è responsabile davanti ai propri elettori e ama il proprio territorio, forti di identità e storia. molti politici locali italiani cercano il consenso locale come trampolino per le elezioni generali. detto questo la mancata integrazione delle comunità è anche frutto del politicissimo menefreghismo, dell'indice puntato contro almirante quando denunciava l'antitalianità di comunità che dagli italiani prendono tanti soldi che non gli spettano. grazie a de gasperi, che come politico avrà pure commesso qualche errore o è già santo?