BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIETRO LE QUINTE/ Toti (Tg4): Marina B. usata per tenere in scacco Alfano & co.

Angelino Alfano (Infophoto) Angelino Alfano (Infophoto)

No, guardi, non posso sapere chi ci sia dietro a questa operazione. Di certo, se un quotidiano come Repubblica non passa giorno in cui non pubblica un improbabile retroscena sulla sua imminente discesa in campo, il sospetto che l’ipotesi stia venendo strumentalizzata per dividere il Pdl è alto.

 

Per dividerlo ulteriormente.

Mi pare che il partito stia lavorando per trovare la quadra.

 

Alfano è rientrato nei ranghi?

Beh, intanto ha smentito l'esistenza di una raccolta di firme tra i ministeriali per impedire il ritorno a Forza Italia.

 

Il progetto di conquistare il partito, mettendo i falchi i minoranza, che fine ha fatto?

Ma cosa dovrebbe voler conquistare? E’ vicepremier, ministro degli Interni, capodelegazione di Forza Italia nel governo e, per anni, è stato segretario del partito, per volere da Berlusconi; è verosimile, peraltro, che nei prossimi passaggi politici diventerà suo vice

Eppure, lui e gli altri ministri del Pdl, parevano intenzionato a far prevalere la propria linea, trasformando il Pdl in un patito europeista, moderato e democratico.

Non mi pare che tale visione strategica, all’interno di Forza Italia, non sia condivisa. Il dibattito, casomai, verte sulla posizione da assumere rispetto al governo e alla legge di stabilità. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.