BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DECADENZA BERLUSCONI/ Augello (Giunta): voto inutile, il Pd vuole umiliare Silvio

Pubblicazione:venerdì 4 ottobre 2013

Silvio Berlusconi (Infophoto) Silvio Berlusconi (Infophoto)

La questione della decadenza è tutt’altro che una sciocchezza da gestire. Tuttavia, credo che Berlusconi sia perfettamente in grado di svolgere il suo ruolo da presidente anche fuori dal Parlamento.

 

Crede che ci fosse un’alternativa a tutto ciò?

Anzitutto, il mancato rinvio della questione alla Corte del Lussemburgo rappresenta una palese violazione del Trattato di Lisbona, sottoscritto anche dall’Italia e, quindi, della legge.

 

Cosa afferma il trattato?

Che il giudice di ultima istanza degli Stati europei ha non solo facoltà ma l’obbligo di rivolgersi alla Corte di Giustizia laddove vi sia il dubbio che ci sia stata una violazione del diritto comunitario. Contestualmente, il mancato rinvio alla Consulta italiana rappresenta una procedura che viola i diritti costituzionali di Berlusconi.

 

Il Pd continua a ripetere che la legge va rispettata.

Il Pd insiste nell’affermare che la Giunta non sia un organismo dotato di quella natura giurisdizionale che gli consentirebbe legittimamente di rinviare la questione alla Corte di giustizia. 

 

E non è così?

Ci sono diverse sentenze della Corte costituzione e una sentenza della Corte europea dei diritti del’uomo che affermano non solo che gli organi di autodichia di Camera e Senato hanno natura giurisdizionale, ma anche che il fatto di esser stati eletti dal popolo non può essere considerato un fattore in grado di pregiudicarne l’imparzialità.

 

Che idea si è fatto rispetto alla decisione del centrosinistra di non prendere neanche in considerazione il lodo Violante?

Non credo che il Pd abbia ritenuto che fosse necessario votare la decadenza di Berlusconi per “farlo fuori”. Come ho già spiegato, sarebbe comunque decaduto per effetto della sentenza della Corte d’appello di Milano. Presumibilmente, invece, sta cercando di far intendere ai suoi elettori qualcosa del tipo: «guardate che Berlusconi non l’ha fatto fuori la magistratura, ma noi». 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.