BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Polito: via Brunetta, poi il Pdl di Alfano può unirsi a Monti e Udc

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Enrico Letta e Angelino Alfano il giorno della fiducia (Infophoto)  Enrico Letta e Angelino Alfano il giorno della fiducia (Infophoto)

Perché regge finché esiste il berlusconismo. Se, nel frattempo, Letta con la sua azione diplomatico-politica sarà riuscito a liberarsi dell’ipoteca di Berlusconi sulla politica italiana, la spinta di Renzi sarà destinata a scemare. La Giunta del Senato ha dichiarato decaduto l’ex premier. Se anche il Senato ratificherà la decisione, l’elettorato del Pd riconoscerà a Letta di esser stato inflessibile, di non aver trattato alcune forma di scambio e di aver determinato le condizioni affinché nel Pdl si producesse una rivolta contro chi voleva legare la vicenda giudiziaria e quella politica.

 

Comunque vada, non crede che il Pd sia destinato a subire a lungo il dualismo Letta-Renzi?

Il dualismo fa parte del destino del Pd. Tuttavia, se i due si dimostreranno più intelligenti dei predecessori, e riconosceranno di avere tutto il tempo a disposizione per fare persino il premier a turno, sapranno individuare una strategia che potrebbe cambiare la vita politica italiana. Sono due personalità talmente diverse per tradizione e cultura (non vengono da sinistra, e hanno la forma mentis da uomini di governo) da quelle che hanno finora guidato la sinistra italiana che potrebbero addirittura invertire la tradizionale inerzia del sistema politico italiano, in cui il centrodestra è sempre stato maggioritario e il centrosinistra minoritario.

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
07/10/2013 - Chi fa i conti senza gli elettori...... (Carlo Cerofolini)

Ottima fantapolitica, appunto, però chi fa i conti senza gli elettori spesso gli conviene farli non due ma tre volte. Chi l’ha detto, infatti, che questa preconizzata ammucchiata centrista piaccia agli elettori del centrodestra?

 
06/10/2013 - Polito: via Brunetta (assunta dell'isola)

La perdita dei diritti di elettorato passivo per via giudiziaria di un leader politico rappresentativo di una larga fascia di popolazione è un fatto traumatico per la democrazia . Mi chiedo quale futuro potrà avere un paese che antepone una incerta stabilità di governo alla difesa delle libertà politiche e civili di un cittadino , su quale etica e valori si possa fondare uno stato di diritto e un nazione civile che intende esercitare un ruolo attivo e autorevole in ambito europeo .La convinzione che la democrazia possa essere equiparata a un gioco di scacchi ,in cui prevalgano i tatticismi politici e gli interessi tra i partiti è espressione di quella visione miope o deteriorata della realtà, che porterà l'Italia alla " meridionalizzazione" rispetto all'Europa ,sostenendo governi deboli per loro natura , incapaci di elaborare una progettualità di ampio respiro ,innovativa e di sviluppo , ( al di fuori dei logorati schemi dei partiti che lo sostengono)necessaria ad affrontare con determinazione e coraggio i problemi del paese .