BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

MANOVRE A SX/ Vendola-Renzi, un "patto" per far fuori Letta?

InfophotoInfophoto

No, Letta non ha un Berlusconi con cui dover fare i conti. Non deve congiurare contro nessuno. La sua aspirazione è dichiarata, e consiste nel fare il presidente del Consiglio il più a lungo possibile. Senza esagerare. Dettando ad Alfano il programma del Pdl, per esempio, si è fatto rispondere che non si deve permettere di fare ingerenze. La sinistra del Pd, quindi, ha preso atto della tendenza, presente in entrambi gli schieramenti, a ritenere che il punto di vista del governo si esprima dal centro. Il luogo più negletto della politica italiana sta riacquistando spazio e peso politico. Questo, indubbiamente, per chi coltiva un’opzione socialdemocratica produce non pochi problemi. Se gli ex Ds, un tempo, controllavano il partito, oggi si devono organizzare per mettere assieme il 20-25 per cento dei voti.

 

Escluderebbe uno smottamento al centro anche nel caso di estremizzazione delle ali?

Ma no, ma che estremizzazione… Stiamo parlando di Cuperlo, mica di Mao Tze Tung. Cosa vuole che facciano di estremo lui, Fassina, o Orfini?

 

Costoro potrebbero allearsi con Renzi in chiave anti-Letta?

Non è escluso. D’altra parte, fino a poco tempo fa, Renzi, per Vendola, sembrava il male assoluto. Ora si guardano con simpatia.

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.