BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

EMERGENZA CARCERI/ Epifani: amnistia e indulto? Non per i reati di Berlusconi

“Non ha nessun senso” pensare che il messaggio sull’emergenza carceri del presidente Napolitano abbia qualcosa a che fare con le vicende di Silvio Berlusconi. Lo ha detto Guglielmo Epifani.

Guglielmo Epifani (Foto InfoPhoto)Guglielmo Epifani (Foto InfoPhoto)

“Non ha nessun senso” pensare che il messaggio alle Camere sull’emergenza carceri del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano abbia qualcosa a che fare con le vicende di Silvio Berlusconi. Lo ha detto il segretario del Pd, Guglielmo Epifani, spiegando che il tema del sovraffollamento delle carceri “non c'entra per adesso e non c'entrerà in futuro” con i guai giudiziari del leader di Forza Italia. Amnistia e indulto, ha aggiunto il numero uno dei democratici, sono argomenti che “vanno affrontati con grande cautela ed escludendo i reati che in passato sono già stati esclusi”. Servono prima altri interventi, come “ad esempio sulla ex Cirielli, la legge Giovanardi e la Bossi-Fini, perché il problema non è solo svuotare le carceri ma anche evitare con misure intelligenti che si riempiano di nuovo". Epifani ha spiegato quindi di aver trovato la scelta di Napolitano “assolutamente fondata e condivisibile” e “sono assurde e irricevibili le accuse lanciate nei suoi confronti. È un percorso complesso e ci sono sensibilità nel Paese che vanno affrontate con grande cautela”. Si tratta quindi di “una scelta impegnativa che il Partito Democratico intende fare con serietà e coerenza. Un percorso che non va lasciato cadere”.

© Riproduzione Riservata.