BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAOS PDL/ Giovanardi: basta litigare, non siamo i nuovi Fini

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Gianfranco Fini (Infophoto)  Gianfranco Fini (Infophoto)

E' stato cancellato il Pdl, è stato azzerata la segreteria degli organi dirigenti, si è deciso di sfiduciare il governo e si è anticipato il consiglio nazionale a sabato. Con chi e su cosa si dialoga, secondo lei?

 

Non c’è qualcuno che cerca di mediare tra le due fazioni? 

 Ma ripeto, su cosa si media? Io ho aderito al Pdl, sono cofondatore e faccio parte dell’ufficio di dirigenza: se mi dicono di cambiare identità, e dunque partito, significa che devo cambiare idee. Qui bisogna poi aggiungere che una parte del gruppo dirigente della nuova Forza Italia è su posizioni distantissime dalle mie sulla famiglia, la bioetica e i matrimoni gay. E' un problema. Io prendo atto che vogliono fare una cosa diversa. Cosa c’è da mediare?

 

Mancando le condizioni per un dibattito sereno diserteremo il consiglio nazionale”, ha detto Cicchitto. Diserterete? 

Il mio punto di vista è molto chiaro: è inutile stare ogni giorno a litigare, battibeccare e rinfacciarsi le cose. Si prende atto di una realtà che c’è. Non è questione di un voto in più o in meno in consiglio.

 

Lei ha sentito Berlusconi personalmente? 

 No, non l’ho sentito.

 

Non rischiate di fare la fine di Gianfranco Fini? Berlusconi continua a ripeterlo.

 Il paragone con Fini non c’entra assolutamente nulla. Noi rimaniamo nel centrodestra e siamo alternativi alla sinistra. Il disegno politico di Fini è lontanissimo dal nostro. Il nostro problema, ma dovrebbe essere anche quello di Berlusconi, è che dal 38 percento dei voti presi nel 2008 siamo scesi al 21 di pochi mesi fa. 

 

Lei come pensa di recuperarli? 

Se vogliamo vincere le elezioni ci vogliono i voti di Fratelli d’Italia, della Lega e quelli di Berlusconi, che saranno tanti, perché è bravissimo a portarli. Ma c’è anche l’esigenza assoluta di un’alleanza con forze politiche che rappresentano il mondo cattolico, perché molti voti perduti stanno proprio da quella parte. Io mi auguro che Forza Italia di voti ne prenda tanti perché per vincere i voti bisogna sommarli, non certo continuare a ripetere “sei un traditore”.

 

Scusi, torniamo per un attimo alla differenza con Fini. Dove starebbe?


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
13/11/2013 - Errare humanum est (Luigi PATRINI)

Giovanardi, sei un bravo ragazzo: abbi il coraggio di riconoscere che hai sbagliato a scegliere quel partito. Errare humanum est, ma perseverare è ...diabolico.