BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CANCELLIERI/ Gutgeld (Pd renziano): Letta l'ha salvata ma il governo rimane debole

Il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri (Infophoto) Il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri (Infophoto)

Si pone sulla stessa linea di Civati e del Segretario Epifani. La questione centrale è il percorso politico che porta alle dimissioni della Cancellieri che, in questo caso, sarebbe stato sbagliato percorrere.

 

All’indomani dell’8 dicembre, come si trasformerà il rapporto tra Renzi e Letta. I rapporti di forza come saranno? 

 L’8 dicembre ci sarà un Segretario eletto dal popolo del Pd e anche se vincerà Renzi questo permetterà al Partito Democratico di svolgere il ruolo di forza di maggioranza che ha nel governo. Vero, negli ultimi mesi per varie faccende non l’ha esercitato appieno. Ma questo succederà sia che sia Renzi sia che sia Cuperlo o Civati. E…

 

Dica.

Noi a partire dalla non-vittoria del 25 febbraio abbiamo vissuto una fase un po’ confusionale; un periodo di transizione che si concluderà l’8 dicembre con un Segretario eletto. E da quel momento il partito si organizzerà per avere una linea chiara e ferma sulle decisioni che dovrà prendere il governo. 

E sul governo nessuna ripercussione? 

 La presenza di un Segretario, che come detto farà in modo che il partito abbia una posizione chiara, rafforzerà il governo…

 

Sempre sulla tenuta dell’esecutivo, Epifani ha detto: “dopo la vicenda Cancellieri il governo è più debole”, perché? 

 Semplice, perché mantenendo all’interno del governo un Ministro in qualche modo non ritenuto credibile, questo fatto si ripercuote sull’esecutivo stesso.

 

(Fabio Franchini)

© Riproduzione Riservata.