BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Berlusconi all'opposizione? Un "regalo" di Letta

Pubblicazione:mercoledì 27 novembre 2013

immagine d'archivio immagine d'archivio

Quali sarebbero le conseguenze? Se fosse troppo sbilanciato a sinistra Alfano non potrebbe rimanere al governo, mentre se fosse troppo centrista a questo punto entrerebbe in azione Matteo Renzi che staccherebbe lui la spina. E oggi d’altronde l’ha detto molto chiaramente: o fanno come dico io o finish. Parole più chiare di così…

Ma perché hanno rotto prima della decadenza? Perché rompere solo ed esclusivamente sulla decadenza, da un punto di vista dell’immagine davanti agli elettori, sarebbe stata una cosa non ben vista. Invece, unire al tema della decadenza – su cui domani i toni saranno durissimi – temi economici importanti e vitali per il Paese è una ragione molto consistente che trova risposta nella delusione di molto forze economiche e sociali di fronte alla Legge di Stabilità

(Fabio Franchini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
27/11/2013 - Condivido. La situazione comincia a muoversi (Luigi PATRINI)

Condivido l'analisi proposta; quello che mi pare "bello" del difficile momento è una duplice questione. 1) La situazione si è finalmente rimessa in movimento e si esce da una fase di stallo e di congelamento delle posizioni, che ha caratterizzato il "bipolarismo muscolare" del ventennio berlusconiano; 2) Questo rimescolarsi della situazione rende evidente che ciascuno deve assumersi responsabilità personali e rimettersi in movimento: chi non si muove "di persona" rischia oggi di essere meno libero, con conseguenze negative per sé e per tutta la comunità di cui è parte. Mi vengono in mente, per analogia (solo per analogia!) le parole con cui Giovanni Paolo II commentava i fatti del 1989 nella Centesimus annus: “Tali conseguenze [quelle dei “fatti dell’89”, cioè della caduta del Muro di Berlino] non hanno un carattere meccanico o fatalistico, ma sono piuttosto occasioni offerte alla libertà umana per collaborare col disegno misericordioso di Dio che agisce nella storia" (cfr.C.A., 26).