BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

BERLUSCONI DECADUTO/ Buonuscita, assegno di fine mandato, pensione: ecco quanto percepirà il leader di Forza Italia

Quanto costerà ai cittadini la decadenza di Silvio Berlusconi: conteggiato dal quotidiano Libero tutto quello che percepirà adesso il leader di Forza Italia, ecco le cifre

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Con un articolo pubblicato oggi da Libero, si calcola quanto costerà allo stato e quindi ai cittadini la decadenza di Silvio Berlusconi. Per prima cosa la cosiddetta buonuscita, pari a 167.200 euro. Quindi dal primo dicembre scatterà la pensione o vitalizio, il che significa 8mila euro lordi al mese. Dato che dal primo gennaio i parlamentari vengono inseriti nello stesso regime contributivo di tutti gli italiani, la maggior parte della cifra è il vitalizio, e cioè 7709 euro, il resto è pensione, cioè poco meno di 300 euro al mese. Quindi la liquidazione, calcolata come assegno di fine mandato, che si ottiene facendo la moltiplicazione dell'80% dell'ultima indennità percepita lorda per il numero di mandati effettuati. Silvio Berlusconi è stato in parlamento per 19 anni e otto mesi consecutivi, dice ancora Libero, cioè a partire dal 27 marzo del 1994. Le frazioni di ogni anno si contano per intero, si moltiplica per venti i 4/5 dello stipendio mensile pari a 10.450 euro e si ottiene la cifra di circa 167mila euro. Libero fa anche notare che Berlusconi aveva sempre versato in beneficenza il suo stipendio mensile. 

© Riproduzione Riservata.