BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

NUOVE INTESE/ Frattini: dopo Berlusconi "liberiamoci" del rigore

Angela Merkel (Infophoto)Angela Merkel (Infophoto)

Nel patto con l’Spd, il Cancelliere tedesco ha accettato di inserire il salario minimo per i lavoratori tedeschi, aumentato rispetto a quello che aveva stabilito Schroeder. Questa è un’importante misura per la crescita perché mette più denaro nelle tasche dei lavoratori tedeschi. Non è denaro sprecato, si tratta di soldi che saranno utilizzati per i consumi e quindi per promuovere lo sviluppo. Ciò documenta che il Cancelliere Merkel ha ben chiaro che ci sono misure che si debbono attuare per aiutare la crescita.

 

La crescita della Germania però, non quella dell’Italia…

Se i cittadini tedeschi avranno più denaro in tasca, potranno comprare più prodotti italiani o venire a fare le vacanze nel nostro Paese. La conseguenza sarà che il commercio tra Germania e Italia aumenterà. Ricordo del resto che l’Italia è il primo partner commerciale della Germania e la Germania è il primo partner dell’Italia: la crescita dei due Paesi è vincolata da rapporti economici indissolubili. Eppure la Germania gioca sempre più un ruolo egemone.

 

L’Italia si dovrebbe alleare a Spagna e Polonia per contrastarlo?

Sarebbe molto sbagliato fare delle alleanze con altri Paesi contro la Germania. In questo modo divideremmo l’Europa e non terremmo conto del fatto che nel mondo globalizzato noi siamo forti se siamo uniti. Non vedo delle alleanze, degli assi, dei patti, men che meno contro un Paese come la Germania.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.