BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

CAOS PDL/ Trattativa Alfano-Berlusconi, spunta il manuale Cencelli

Secondo FABRIZIO D’ESPOSITO (Il Fatto Quotidiano) la richiesta di Alfano di celebrare le primarie non ha alcun senso. Infatti pobabilmente non si voterà prima del 2015

Angelino Alfano (Infophoto)Angelino Alfano (Infophoto)

Gli eventi hanno estinto la speranza di un centrodestra riqualificato in chiave europea, reso presentabile agli occhi dei partner internazionali e del Ppe, inscritto nella tradizione del popolarismo italiano. Il 2 ottobre, i cosiddetti governativi guidati da Alfano sembravano in procinto di riuscire nell’impresa. Per la prima volta, Berlusconi era stato messo in minoranza nel partito di cui è padrone, ed era stato costretto a votarsi contro. Qualcosa è andato storto, perché Berlusconi, da allora, ci ha messo ben poco a riorganizzarsi e riprendersi il partito. Lo ha fatto, semplicemente, cancellandolo, e fondandone un altro. Poco importa che si chiami come il primo. A questo punto, che senso ha la richiesta di Alfano di indire le primarie? Lo abbiamo chiesto a Fabrizio D’Esposito, firma politica de Il Fatto Quotidiano.


Perché Alfano ha chiesto le primarie?

Da parte di Alfano, mi pare il tentativo di alzare il prezzo nella trattativa in corso nel Pdl.

Che trattativa?

Berlusconi, per quanto indebolito dalla decadenza, sta tentando di tenere unito il partito. Alfano, quindi, chiede delle condizioni che, tuttavia, potrebbero anche non verificarsi: Berlusconi dovrà, cioè, continuare e sostenere il governo e, nella distribuzione delle cariche del nuovo partito, tenere conto della corrente di Alfano, applicando il manuale Cencelli.

Le primarie saranno concesse o no?

Ma no, figuriamoci che la prima volta in cui Alfano le chiese aveva con sé tutto il partito mentre ora è pure in minoranza.

Cos’è andato storto nel piano di Alfano del 2 ottobre?

Ha dimostrato ancora una volta di non aver il quid. Inoltre, il 2 ottobre, avrebbe dovuto rompere sulla fiducia. In futuro, qualunque strappo sarà in merito alla decadenza: se i moderati non accetteranno di legarla alla tenuta del governo, laddove Berlusconi lo richiedesse, saranno additati come traditori.

Chiedere le primarie, da parte di Alfano, non potrebbe essere un modo per riaffermare la sua prospettiva politica?