BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LETTERA/ Perché fare politica oggi?

Cosa significa oggi fare politica, alla luce del crollo delle ideologie e dei partiti stesso? Per ALDO BRANDIRALI si tratta di recuperare una concezione di carità cristiana

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Caro Direttore,

 

oggi Papa Francesco, nell’udienza del mercoledì, ha parlato delle conseguenze della tensione alla santità. E sulla carità ha detto:

"Veniamo al terzo aspetto della comunione alle cose sante, cioè la comunione della carità, l'unità fra noi che fa la carità, l’amore. I pagani, osservando i primi cristiani, dicevano: ma come si amano, come si vogliono bene! Non si odiano, non sparlano uno contro l’altro. Questa è la carità, l’amore di Dio che lo Spirito Santo ci mette nel cuore. I carismi sono importanti nella vita della comunità cristiana, ma sono sempre dei mezzi per crescere nella carità, nell’amore, che san Paolo colloca al di sopra dei carismi (cfr 1 Cor 13,1-13). Senza l’amore, infatti, anche i doni più straordinari sono vani; questo uomo guarisce la gente, ha questa qualità, quest’altra virtù… ma ha amore e carità nel suo cuore? Se ce l’ha bene, ma se non ce l’ha non serve alla Chiesa. Senza l’amore tutti questi doni e carismi non servono alla Chiesa, perché dove non c’è l’amore c’è un vuoto che viene riempito dall’egoismo. E mi domando: se tutti noi siamo egoisti, possiamo vivere in comunione e in pace? Non si può, per questo è necessario l’amore che ci unisce. Il più piccolo dei nostri gesti d’amore ha effetti buoni per tutti! Pertanto, vivere l’unità nella Chiesa e la comunione della carità significa non cercare il proprio interesse, ma condividere le sofferenze e le gioie dei fratelli (cfr 1 Cor 12,26), pronti a portare i pesi di quelli più deboli e poveri. Questa solidarietà fraterna non è una figura retorica, un modo di dire, ma è parte integrante della comunione tra i cristiani. Se la viviamo, noi siamo nel mondo segno, “sacramento” dell’amore di Dio. Lo siamo gli uni per gli altri e lo siamo per tutti! Non si tratta solo di quella carità spicciola che ci possiamo offrire a vicenda, si tratta di qualcosa di più profondo: è una comunione che ci rende capaci di entrare nella gioia e nel dolore altrui per farli nostri sinceramente".

 

Questa comunità dei cristiani invade e pervade il mondo, e secondo il mio parere interessa anche la ricostruzione della politica e la partecipazione attiva al fare politica. Gli amici mi hanno posto questa domanda: “Perché partecipare alla politica oggi?".

Tutto sembra dire che solo i grandi personaggi decidono e che dal basso si può solo decidere di votare per il meno peggio, anzi che non vale neanche la pena votare.


COMMENTI
07/11/2013 - Ma siamo proprio sicuri che le ideologie sono fini (felice eugenio crema)

Anche il camaleonte sembra sparire: in realtà ha solo assunto un altro colore. Forse siamo solo entrati in un momento in cui, cadute le ideologie che guardavano il futuro rimane solo l'ideologia del nichilismo. Apparentemente la più debole, in realtà più forte di tutte le ideologie 'forti' ottocentesche e novecentesche perché non confutabile secondo ragione.