BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAOS PD/ Tesseramenti gonfiati, la direzione nazionale sospende le iscrizioni

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Con dodici voti contrari e due astenuti, è stata approvata la sospensione del tesseramento dei nuovi iscitti del Partito Democratico. Dopo giorni di polemiche, dibattiti e attacchi, alla fine è stata la direzione nazionale del Pd a prendere una decisione ferma e a stabilire, con la clausola del silenzio-assenso, ciò che avevano proposto sia il segretario Guglielmo Epifani che Gianni Cuperlo, sfidante di Renzi alla guida del partito. In una nota diffusa di recente, si legge che il tesseramento è bloccato da lunedì 11 novembre al giorno della convenzione nazionale (24 novembre), mentre i circoli del Pd resteranno aperti nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 novembre. "Credo che la segreteria abbia assunto una linea seria e responsabile – aveva detto Epifani -. Credo che questa sia la strada giusta. Una decisione che, a mio parere, conviene a tutti perché fatta nell'interesse di tutti, anche dei singoli candidati". Anche secondo Cuperlo è necessario convincere gli elettori che il caso dei tesseramenti gonfiati, “per quanto circoscritto, è un oltraggio prima di tutto verso chi ha resistito all'invito martellante che vedeva il nostro partito e in generale i corpi sociali come un residuo da cancellare”. Si è invece sempre opposto un altro candidato alla segreteria del partito, Pippo Civati, secondo cui si tratta di “una proposta tardiva e insufficiente che non affronta i veri problemi, non sanziona le irregolarità già attuate, e limita la partecipazione".



© Riproduzione Riservata.